Un giorno di pura ispirazione con Hèléne Dujardin. Gnocchetti sardi con feta greca e peperoni rossi

img_3364

Non voglio proprio lasciarla andare, quest’estate. Coi suoi colori e i suoi profumi, voglio che rimanga con me ancora per un po’. Il tempo mi aiuta, con queste belle giornate calde, a tenerla stretta al cuore e a non pensare che siamo già a Ottobre. A Ottobre avrei dovuto avere le idee chiare e le carte pronte e invece sono ancora qui, senza i compiti fatti e con le idee ancora tutte all’aria. A farmi sognare ancora di più a occhi aperti è stato il regalo che mi sono fatta per il mio compleanno, il fantastico workshop di food photography di  Hèléne Dujardin, tenutosi allo studio di Giulia un paio di sabati fa. L’ ambientazione era pazzesca: un bellissimo studio con una cucina enorme, un grande tavolo per noi studenti, qualche centanaia di props per sbizzarrirci nelle nostre foto e un maxi-schermo sul quale Hèléne ha proiettato le sue favolose slide. Il tutto accompagnato da un pranzo delizioso preparato dalla stessa Giulia, ai cui corsi vi consiglio di partecipare appena ne avete la possibilità: qui trovate il prossimo 🙂

Hèléne Dujardin è una fotografa professionista e una blogger molto famosa. Francese di nascita e americana di adozione, le sue foto sono pubblicate a livello internazionale su grandi riviste di cucina, per non parlare delle collaborazioni con case editrici e grandi aziende. Degli scatti di Hèléne amo l’uso sapiente della luce, l’attenzione ai dettagli, la composizione del setting, i colori magnifici.  Allo stesso tempo, ho adorato la sua semplicità e naturalezza durante il corso, la sua intraprendenza e la sua determinazione, oltre al fatto che ha fatto degli scatti meravigliosi in modo tale che sembrasse la cosa più facile del mondo.

img_3362

Oltre all’aspetto altamente tecnico di questi corsi, essi sono per me una boccata di ossigeno puro: così, armata fino ai denti di determinazione e voglia di fare, sono andata a comprare luce e diffusore con l’idea di mettermi subito al lavoro sui dolci autunnali. Ma come non bastano un paio di occhiali a fare un intellettuale, così non sono sufficienti due attrezzature nuove a fare lo scatto perfetto:  però ho tutto l’autunno per lavorarci su, quando fuori farà freddo e le giornate grigie saranno una vera sfida per l’obiettivo, quindi niente fretta e niente panico! Perciò oggi eccomi qui, in maniche corte e sandali, che vi pubblico una ricetta ancora molto estiva, con gli ultimi peperoni della stagione, mentre già zucche e castagne fanno la loro apparizione sui banchi dei fruttivendoli. Semplici e divertenti da presentare, gli gnocchetti sardi con i peperoni e la feta greca chiudono definitivamente la mia fantastica estate del 2016, forse la stagione più bella che io abbia vissuto da molti anni a questa parte, e spero che lo sia stata anche per voi 🙂

Continua a leggere

Annunci

Metti un giorno di sole. Friggitelli al pomodoro

img_3347

Camminando per le vie di un bianco paese del Sud potrebbe capitarvi di incontrare il profumo della ricetta che vi propongo oggi. Dei peperoni friggitelli sfrigolano vivacemente in una pentola, accompagnati da dolci e succosi pomodorini datterino. Il profumo si diffonde da una finestra poco lontano lungo un tratto di strada. È quasi ora di pranzo, la calura estiva ancora non demorde in un’ assolata giornata di metà Settembre, noi appiccicati e affamati annusiamo l’aria e ci massaggiamo la pancia, immaginandoci quanto sarebbe bello essere ospiti di quel godurioso pranzo.

No, non sto scrivendo da un paese di mare su una tavola bianca in terrazza, col mio Mac davanti e un bicchiere di limonata a fianco, ma dal rimessaggio che ho adibito alla mia zona di scrittura e nella quale mi rendo conto che non entro nemmeno più, talmente c’ho accumulato cose. Però questi friggitelli li ho fatti davvero e mi hanno fatto sognare per un attimo a occhi aperti. Per chi non li conoscesse, i friggitelli sono dei piccoli peperoni dolci e verdi, che io cuocio interi in padella a fuoco vivace e che stanno benissimo, ad esempio, con dell’arista alla senape o del pollo al curry. Al Sud ve li servirebbero con una generosa fettina di carne rossa impanata, giusto per rimanere leggeri, ma io, come forse ho già fatto intuire, non amo particolarmente friggere… per cui lascio a voi la scelta dell’abbinamento che preferite. 🙂

Continua a leggere

L’essenziale. Quinoa con crema di peperoni e calendula

IMG_2638Domenica pomeriggio sono andata a fare una passeggiata nel bosco per un corso sul riconoscimento delle erbe spontanee tenuto da Claudia, foodblogger bravissima che vi consiglio di andare a leggere ed esperta conoscitrice delle erbe spontanee sia sotto il profilo erboristico che quello culinario. Non la conosco ancora tantissimo, ma la prima differenza fondamentale che ho potuto notato tra noi durante il corso è che, catapultate in solitudine in un’immensa foresta, lei probabilmente sopravviverebbe diversi mesi mentre io morirei in 5 giorni. Il potere nutritivo, così come gli usi terapeutici delle piante che crescono in natura, senza alcun bisogno dell’intervento dell’uomo, sono aspetti che mi hanno sempre affascinato e che conosco ancora troppo poco, ma che sto cercando piano piano di apprendere. Se avrete occasione di frequentare un suo corso vi consiglio veramente di farlo: Claudia è competente, preparata e appassionata e soprattutto mi ha fatto riflettere. Cosa ci è davvero necessario? Pensavo al senso di andare al lavoro per avere i soldi per comprare vestiti per andare al lavoro. Pensavo al fondo pensionistico in cui sto versando dei soldi che mi verranno restituiti, a partire da quando avrò 70 anni, in 1080 comode rate mensili . Pensavo che ho 34 passwords ma non so mettere un bottone. Che senza ibuprofene durante il ciclo sono una donna perduta. Pensavo che ho soldi per pagarmi la benzina ma finisce che non riesco mai ad andare da nessuna parte. Che ho mille idee e niente in mano. Che lavoro da 12 anni ma non ho un mestiere. A volte penso che se continuo a rifletterci troppo finisco per uscire pazza. Oppure no? Cosa è veramente essenziale?   Continua a leggere